ISOKAP 

Isolamento cappotto

Isolamento termico

Isolamento pareti

Cappotto esterno

Coibentazione a cappotto

INFORMAZIONI

 

Coibentazione a Cappotto

Pannelli per isolamento a cappotto Isokap, un ottimo coibente termico per la tua casa


Invia un Tweet ai tuoi amici.

coibentazione a cappotto 
 

Pannelli coibentazione

La posa in opera di un sistema per una corretta coibentazione a cappotto inizia essenzialmente con l’applicazione del pannello isolante che può essere in polistirene espanso sinterizzato, in fibra di legno, in lana di roccia, in lana di vetro in sughero ed altri materiali isolanti.

coibentazione a cappotto pannelli  La soluzione più utilizzata in assoluto è il pannello di polistirene espanso sinterizzato, la sua compatibilità a qualsiasi genere di supporto, la sua traspirabilità al vapore e impermeabilità all’acqua, la sua duttilità, la sua stabilità dimensionale e termica nel tempo, e il suo rapporto tra costi e prestazioni termiche lo rendono il materiale più adeguato a questo tipo di utilizzo, inoltre non permette il crearsi di funghi o batteri a cui altri prodotti sono soggetti.

Per iniziare la posa di questo sistema è buona norma scegliere pannelli coibentazione a cappotto in EPS di qualità certificata e garantita come le lastre ISOFORM della ditta CABOX e decidere, a seguito di calcoli termici precisi, lo spessore da utilizzare, visto che sarà proprio lo spessore a determinare il risultato termico dell’intero sistema (attualmente lo spessore più utilizzato è quello da mm. 100, ma dipende dalla zona climatica in cui ci si trova) e la tipologia in base alla resistenza alla compressione (eps 100 è il più utilizzato perché una resistenza maggiore può creare problemi di rigidità troppo elevati e di conseguenza possibile creazione di cavillature nel tempo)..
Una volta definiti i pannelli per la coibentazione a cappotto è consigliabile utilizzare un sistema di materiali che compongano un pacchetto cappotto certificato come il sistema ISOKAP, successivamente si può iniziare con la posa del sistema; si inserisce la prima fila di pannelli nella base di partenza che serve come rinforzo e come guida per la linearità di applicazione a parete, le lastre di polistirene espanso vengono incollate a parete partendo dal basso verso l’alto e devono essere posizionate in senso orizzontale facendo attenzione ad accostarle bene in modo da non lasciare spazi fra esse, solitamente la colla viene applicata a punti con specifiche colle tipo Isocem.

Successivamente i pannelli isolanti vengono fissati anche meccanicamente con appositi tasselli ad espansione per garantire una più completa e sicura tenuta nel tempo di tutto il sistema, questi tasselli vengono solitamente applicati nei quattro angoli e un paio nella zona centrale del pannello, quindi si applica una prima rasatura armata con materiali adeguati tipo rasante Isocem annegando una rete in fibra di vetro 160 gr/mq facendo attenzione a proteggere le zone più delicate come gli angoli delle pareti e i contorni di porte e finestre con appositi profili metallici o in pvc chiamati angolari, in seguito si applica una seconda rasatura, in questo modo si prepara il supporto all’ultima fase che prevede un primer aggrappante e l’applicazione del rivestimento a spessore finale chiaramente della tonalità scelta.


coibentazione a cappotto pdf
Coibentazione a cappotto
PDF


coibentazione a cappotto video
Coibentazione a cappotto
Video

 

Coibente termico

Il coibente o isolante è un materiale che presenta forte resistenza al passaggio dell’elettricità, del calore, del suono e di altre radiazioni.

L’isolamento che ci riguarda più da vicino è l’isolamento termico, nello specifico il coibente termico “cappotto esterno” che consiste nell’applicare un particolare materiale isolante che svolge la funzione di rivestimento continuo delle pareti opache delle facciate esterne di un edificio, al fine di ridurre in modo sensibile le dispersioni termiche dello stesso ed eliminare quindi i problemi ad esso associati come la relativa spesa per il riscaldamento invernale e per il condizionamento in estate.

Il coibente termico a cappotto esterno è l’unico sistema che permette di ottenere alcuni importanti vantaggi, in primo luogo elimina i ponti termici (a differenza della tradizionale coibentazione nell’intercapedine) nelle zone più a rischio come nei pressi delle solette e dei pilastri dell’abitazione notoriamente difficili da coibentare diversamente, si eliminano le cause che portano a perdite importanti di calore, previene la formazione di umidità e muffe e richiede ridotti interventi di manutenzione nel tempo.
coibente termico cappotto 
Una casa isolata male disperde molta energia all’esterno e quindi ha bisogno di un consumo e di una spesa enorme, isolarla termicamente oltre a fare bene alle nostre tasche per il risparmio economico a cui andiamo incontro, permette di mantenere all’interno della abitazione una temperatura più costante e soprattutto partecipa alla tutela dell’ambiente, perché minori consumi energetici equivalgono ad una riduzione dell’emissione di combustibili inquinanti nell’atmosfera riducendo così la creazione dell’effetto serra.

 

Coibentazione pareti

La coibentazione a cappotto può avvenire anche con materiali che conferiscono elevate prestazioni di isolamento acustico diminuendo notevolmente tutti quei rumori che possono arrivare dall’esterno della nostra abitazione.

coibentazione pareti E’ utile specificare che molto spesso sono gli elementi vetrati (finestre) a determinare il risultato acustico e che quindi solo agendo su questi punti deboli si migliora il potere fono isolante complessivo. La determinazione dei requisiti acustici passivi degli edifici varia a seconda della destinazione d’uso dell’edificio stesso.

I pannelli più utilizzati per la coibentazione delle pareti e per ottenere questi risultati sono fibra di legno, sughero , lana di roccia e di vetro, la loro applicazione avviene con la stessa procedura del pannello in eps salvo la variante di alcune piccole caratteristiche dei materiali utilizzati.

Questo cappotto definisce una doppia parete costituita da una parete (muro) e una controparete (rasatura armata e rivestimento), queste masse sono collegate dallo strato isolante che fa da massa.
Quando si applica un cappotto esterno alla propria casa ci si rende conto di quanto migliora la qualità abitativa mantenendo una temperatura omogenea e piacevole per tutta la giornata.

Il cappotto è un investimento che si ripaga nel tempo, sia per la diminuzione di consumi energetici sia per l’incremento di valore che assume la casa stessa, perché con l’entrata in vigore della certificazione energetica, ogni abitazione è valutata anche in base alla classe di consumo a cui appartiene.


back
Indietro
next
Avanti
 
CABOX S.r.L. – Via Castellana Vecchia, 6 – 31055 Quinto di Treviso (TV) | P.IVA/Cod.Fisc./Reg.Impr. TV 04324690264
Cap.Soc. € 100.000 I.V. | R.E.A. TV 340755 | Tel. +39 0422 470150 | Fax +39 0422 470248 | Copyright 2011